Il Sito Ufficiale Della Parrocchia Di San Gaetano Da Thiene          Buon Giorno oggi è  -

MENU'
» Home
» Storia della chiesa
» Storia del Santo
» Fotogallery
» Videogallery
» Cronologia Parroci
GRUPPI
» Confraternita Maria SS del Carmelo News
» Confraternita del SS Crocifisso
» Cammino Neo-catecumenale
» Azione cattolica
» Catechisti
» Ministranti
» Scout San benedetto
» Caritas Parrocchiale
» Pastorale Familiare Parrocchiale
» Ministri Straordinari della comunione
» S. Vincenzo de Paoli
» Coro Parrocchiale
VITA PARROCCHIALE
» Avvisi e appuntamenti
» Gite e ritiri
» Documenti
» Dove ci troviamo
» Contattaci
» GuestBook
»Consiglio Pastorale Parrocchiale
» Calendario Pastorale 2007/08

» Gita 2009

 

 

»Cuore immacolato di Maria

»San Giovanni Battista

»San Francesco D'Assisi

»Comune di Misilmeri

 

Calendario Liturgico Parrocchiale

Date dei battesimi anno 2008

avvento e natale 2007

Quaresima 2008

Incontro di preghiera dei giovani

 

 

 

Storia Della Chiesa
Didascalia fotografiaChiesa San Gaetano Da thiene

La chiesa fu fondata nel primo decennio del XVIII secolo, come si deduce dal testamento di Nicolò Scodelli che si dichiara promotore della costruzione della nuova chiesa di San Gaetano, sul luogo della precedente Madonna del Fiume. In effetti, inizialmente, sullo stesso sito a quei tempi, ancora periferia, sorgeva una chiesetta dedicata alla Madonna del Fiume. Erano anni in cui la vita del paese si snodava ancora tra il centro, con la chiesa Madre, ed il castello. Le nuove Costruzioni si edificavano attorno a questo fulcro, e le altre zone periferiche non ricevevano le stesse attenzioni di quelle centrali. Fu scelto come titolare di questa Chiesa San Gaetano, probabilmente proprio perchè il fondatore era anche procuratore della chiesa di San Giuseppe dei Teatini a Palermo, ed i Teatini sono infatti i chierici regolari del nuovo ordine religioso fondato da  da San Gaetano. A Partire dal 1707, il fondatore assicurò per sè e per i suoi discendenti il diritto di patronato sulla chiesa, esercitato fino al XIX secolo. Nel 1783, però, la chiesa era, già da tempo, chiusa al culto, non si sa bene per quale motivo; fu grazie alla magnanimità di Emanuele Bonanno Filangeri, fratello di Giuseppe Bonanno principe di Cattolica, che tra il 1783 ed il 1787 procedettero i lavori per la sua ricostruzione. Il duca finanziò i lavori ma si dice che alla fine, egli stesso, non fu per niente soddisfatto di quella nuova costruzione, in verità troppo modesta. Intanto il diritto di patronato era stato affidato alla famiglia Andò-Grifo che però non sentendosi più in grado di poter sostenere le spese di manutenzione, decise di affidarlo, nel 1820, ai Padri Carmelitani. Al 1836 risale un inventario in cui si citano:" N.3 Quadroni, cioè: uno di Santa Barbara e l'altro di Maria SS. Addolorata;... più un'altro Quadro della SS. Trinità, più una statuetta di San Gaetano ". Di queste opere ci rimane solo il Quadro di San Gaetano, sempre che quello presente in chiesa sia questo; manteniamo qualche riserva perché quello attuale non è proprio un " quadrone ". Dopo qualche anno, i Padri Carmelitani non si limitarono più ad avere il diritto di patronato sulla chiesa ma ne esercitarono il controllo a tutti gli effetti, celebrandovi le messe solo saltuariamente e creando dei disagi per quei fedeli che ormai vedevano nella chiesa il loro punto di riferimento. Poi dal 1859 i Padri Carmelitani si trasferirono nell'ospizio costruito accanto alla chiesa. La loro permanenza ed il loro controllo durarono fino al 1866. Nel 1866 la chiesa di San Gaetano non aveva nessuna opera d'arte da dichiarare ma nel 1871/72 ereditò l'antica statua del Crocifisso che si trovava a Gibilrossa, presso la sede degli altri Padri Carmelitani. Con la soppressione degli ordini religiosi, questi non poterono più esercitare il loro controllo nè su San Gaetano nè sulla chiesa di Gibilrossa. A questo punto il comune, dopo una serie di peripezie, si impradonì del diritto di Patronato sulla chiesa qui in oggetto. Nel 1891 il Comune dovette finanziare i restauri. Nel 1923 fu fondata la congregazione del SS. Crocifisso, mentre nel 1938 quella della madonna del Carmine. Il Terremoto del 1940 danneggiò la facciata e le pareti della chiesa. Solo nel 1953 la nostra chiesa divenne Parrocchia.

 

Home|Contattaci|Guestbook|Fai del sito la tua HOME|Avvisi e Appuntamenti  

WebMaster Calogero La Barbera Ministrante della medesima parrocchia

CopyRight® 2006/2007 TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI A WWW.SANGAETANOMISILMERI.DIOCESIPA.IT

Il Sito Ufficiale Della Parrocchia San Gaetano Da Thiene